Aziende Industriali che progettano e/o fabbricano macchine, attrezzature e impianti destinati alla preparazione, lavorazione e confezionamento di alimenti e bevande

Oggi questo tipo di Imprese  si trovano nella necessità, per essere concorrenziali, di assicurare ai propri clienti una sempre più rapida capacità di modificare le proprie offerte adeguandole alle innovazioni tecnologiche e di certificare livelli qualitativi elevati oltre alla irrinunciabile  conformità a normative nazionali e internazionali, spesso molto complesse, volte a garantire un aspetto irrinunciabile: la tutela della salute dei consumatori.

In un mercato altamente competitivo in cui vigono dei precisi e specifici requisiti cogenti, ben presto, si genereranno contenziosi sia con i concorrenti che con clienti ed autorità di controllo, che rischiano di compromettere la concorrenzialità o minare la credibilità dell’azienda stessa mettendola in grave difficoltà e, nei casi più gravi, ponendola fuori mercato.

La funzione di MOCAconsulting è quella di fornire un interlocutore unico e qualificato per la gestione di tutti gli aspetti correlati con la verifica delle caratteristiche dei materiali la rispondenza degli stessi nei confronti delle caratteristiche e delle prescrizioni normative in materia di MOCA. di materiali a contatto con acqua per il consumo umano, ecologia, sicurezza e igiene del lavoro finalizzate a creare un sistema di assicurazione e di controllo della qualità come richiesto dal Regolamento CE 2023/2006 (GMP) le cui assenze divengono oggetto di pesanti sanzioni come previsto dal D.Lgs. 29/2017.

Per questo motivo il sistema adottato dall’Impresa deve provvedere ad assicurare che le fasi di assemblaggio siano effettuate a partire da componenti MOCA idonei al contatto con le matrici alimentari come previsto nella delicata fase di progettazione del prodotto, vengano fabbricati con i materiali definiti nei capitolati di fornitura o, comunque, dotati delle relative evidenze di conformità, assicurando il rispetto dei requisiti del Regolamento (CE) 1935/2004.

I fornitori devono dare evidenza di operare rispettando le indicazioni del sistema di assicurazione di qualità basato sulle Buone Prassi di Fabbricazione (GMP) come previsto dal Regolamento UE 2023/2006  che consentono di definire e monitorare eventuali fasi o punti critici del processo di lavorazione.

Parimenti l’azienda MOCA deve dare evidenza di aver adottato e aver posto in essere i seguenti I passaggi operativi :

  • inoltrare la comunicazione obbligatoria (DIA) agli Organi di Controllo Ufficiali mediante l’invio della notifica allo sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) competente territorialmente.
  • selezionare e scegliere i materiali definiti per i componenti in base al contatto con le matrici alimentari previste.
  • selezionare i fornitori qualificando quelli in grado di assicurare che i componenti saranno fabbricati in coerenza dei requisiti definiti e siano dotate delle caratteristiche definite nel progetto/disegno.
  • Controllare che i componenti ricevuti posseggano le Dichiarazioni di Conformità (DdC) conformi all’uso e al contatto con le matrici alimentari previste.
  • controllare che le fasi del processo di montaggio lavaggio e se presenti sei test funzionali non modifichino le caratteristiche dei materiali o contaminino i componenti.
  • Siano assicurati i requisiti di igiene nelle fasi di montaggio e di protezione dell’assemblato finito.
  • Fornire delle DdC orientate ad assicurare il rispetto dei requisiti del Regolamento (CE) 1935/2004 e devono rispettare le indicazioni del sistema di assicurazione di qualità basato sulle Buone Prassi di Fabbricazione (GMP) come previsto dal Regolamento UE 2023/2006.

Per applicare quanto detto non basta quindi solo essere informati sulle norme che pongono vincoli tecnici a questi prodotti cosa già di per sé complessa e di non sempre agevole focalizzazione, ma è indispensabile saper cogliere in tutte le fasi dell’attività dell’impresa le criticità che potrebbero rendere non idoneo un MOCA, individuando i fattori su cui è possibile agire, in modo sostenibile e sicuro, per ovviare ai possibili problemi e assicurando l’affidabilità e la costanza delle caratteristiche dei prodotto nel rispetto della conformità igienica.

Infatti, la sicurezza alimentare e la sua sostenibilità può essere assicurata solamente grazie ad un approccio alla supply chain sistemico, sistematico, ben gestito e trasparente.

La presenza di strutture di consulenza con esperienza nazionale e internazionale, aiuta a garantire ogni passaggio della filiera attraverso, verifiche, valutazioni e servizi di training le imprese a sviluppare e attuare procedure di assicurazione della qualità igienica dei processi di fabbricazione di materiali e oggetti destinati al contatto con alimenti (MOCA), e del Decreto Legislativo n.29 del 10 Febbraio 2017 MOCA in cui si pongono le basi sanzionatorie relativamente al mancato rispetto dei requisiti previsti per le normative relative ai materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari e alimenti (MOCA)

I passaggi funzionali sono :

  • Incrementare le conoscenze e la cultura delle Imprese della componentistica alimentare in materia MOCA;
  • Implementare i principi della Sicurezza Alimentare dei materiali presso i fornitori di materie prime, componentistica e attrezzature MOCA;
  • Implementare i principi di igiene nella fabbricazione per le imprese dei settori della meccanica oltre che delle Organizzazioni commerciali;
  • Rispondere alle esigenze di trasparenza e affidabilità richieste degli utilizzatori finali oltre che degli attori presenti nella filiera dei MOCA;
  • Permettere alle imprese di cogliere l’opportunità rappresentata dal principio di «libera circolazioni delle merci» tramite la conformità alle normative sia comunitarie che internazionali, agevolando così il superamento dei controlli in ambito MOCA;
  • Qualificare le specifiche professionalità necessarie per agevolare la conformità dei prodotti delle attività delle imprese
  • Agevolare i rapporti di partnership tra committenti e fornitori;
  • Portare le imprese a compiere una valutazione oggettiva dei fornitori;
  • Fornire dimostrazione all’utilizzatore finale e agli organi preposti al controllo di aver adempiuto agli obblighi garantendo la conformità di tutti i lotti di prodotto messi sul mercato e il rilascio di una Dichiarazione di conformità coerente con gli impieghi previsti.
  • Definizione dei contenuti e dei protocolli gestionali che fin da subito siano trasferibili alle aziende MOCA per un loro rapido adeguamento ai requisiti cogenti e ai desiderata dei propri clienti;
  • Articolazione di un iter formativo che consenta di affiancare ad un primo momento di approccio alla gestione e al controllo dei propri processi produttivi che guidi le aziende nell’adottare sistemi di assicurazione e controllo della qualità coerenti con il quadro normativo di riferimento generale introducendo i metodi di risk assessment e risk management da questo imposti.
  • Creare dei moduli verticali da realizzarsi in funzione delle caratteristiche delle singole aziende interessate, volti a calare i principi generali nelle singole tipologie di produzioni MOCA;

 

Settori Coinvolti

Alla luce di quanto detto i settori aziendali coinvolti sono praticamente tutti quelli che hanno una attinenza con i prodotti fabbricati e precisamente:

  • Progettazione
  • Acquisti
  • Fornitori
  • Produzione
  • Qualità
  • Assistenza e post-vendita

Questo non implica necessariamente che debbano essere presenti tutti i settori citati con dei reparti strutturati e delle figure dedicate ma che debbono essere presi in considerazione gli aspetti connesi ai settori citati.

Test analitici sui materiali

 

  • MOCAconsulting può offrire alle imprese, nel massimo riserbo, il supporto per le prove analitiche prescritte dal DM del 21 marzo 1973, (Disciplina igienica degli imballaggi, recipienti, utensili, destinati a venire in contatto con le sostanze alimentari o con sostanze d'uso personale.) mediante un laboratorio specializzato e accreditato, iscritto nell’Albo del MIUR dei Laboratori di Ricerca altamente qualificati certificato UNI EN ISO 9001:2015 - OHSAS 18001:2007 e notificato secondo EMAS III.
  • Le attività di indagine analitica condotte per mezzo del nostro laboratorio di analisi in ambito chimico, fisico e microbiologico, sono state definite e studiate per adeguarsi alle necessità di ogni singola Organizzazione per poter rispettare i criteri di sicurezza dei MOCA consentendo la possibilità di poterla inserire all'interno di progetti finanziati volti all'applicazione di sistemi di innovativi di qualità e gestione. Infatti La legge di Bilancio 2017 contiene un ricco menù di agevolazioni per sostenere gli investimenti legati all’Industria 4.0. compresi gli sviluppi R&S (Ricerca e viluppo) che se non applicabili al mero obbligo di conformità a norme può essere applicato a sistemi di selezione dei materiali finalizzati a definire quelli che possono essere oggetto di nuova introduzione e/o di selezione.

Gestione e mantenimento della conformità dei MOCA: ***

Assicurare il mantenimento nel tempo della conformità dei MOCA e dei loro processi di fabbricazione al variare delle condizioni tecnologiche e di processo (es. nuovi fornitori, nuovi materiali, nuovi prodotti, variazione delle fasi di lavorazione, aggiornamenti legislativi, ecc.)

  • Condurre un esame pianificato e sistematico dei sistemi tecnici, organizzativi e di gestione applicati per ogni stabilimento, al fine di verificare che il gestore abbia attuato quanto predisposto per la prevenzione dei rischi e degli incidenti derivanti dai fornitori o dai processi di lavorazione per la limitazione delle loro conseguenze;
    • Implementare eventuali modifiche intervenute nello stabilimento
    • Valutare lo stato di validità delle Dichiarazioni di Conformità e degli eventuali certificati di conformità;
    • Controllare e consentire che siano mantenuti i requisiti dei Piano di Sicurezza Alimentare Interno, dei criteri e delle misure adottate nell’ambito del proprio Sistema di Assicurazione della Qualità Igienica comprese le informazioni al personale e l’addestramento dei lavoratori;
    • attivare delle azioni correttive o preventive, con relativo stato di avanzamento delle stesse, relativamente ad indicazioni, osservazioni o prescrizioni ricevute;
    • definire gli interventi di miglioramento attuativi sia a seguito di riscontri o incidenti rilevati che per la ricerca di un più elevato livello di sicurezza alimentare;
  • Implementazione delle procedure specifiche per la qualifica di nuovi fornitori, processi, materiali e prodotti
  • Supporto sul campo ed just in time per aggiornamento, revisione, adeguamento delle procedure interne e della documentazione MOCA;
  • Assistenza telefonica sulle problematiche MOCA specifiche della organizzazione;
  • Adeguamento alle nuove disposizioni normative e regolamenti.
  • Assistenza normativa e legale sui MOCA.

Affiancamento dell’organizzazione in caso di controllo da parte degli organi ufficiali preposti (Dipartimento di Prevenzione delle Aziende Sanitarie locali effettuati mediante il Servizio d'Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN), i Servizi Veterinari delle Aziende Sanitarie Locali o le verifiche dei NAS, del servizio repressione frodi del MiPAF, ecc. ).